Composizione

Il Rettore prof. Paolo COLLINI
Componente elettivo prof. Paolo MACCHI
Componente elettivo prof. Giovanni PASCUZZI
Componente elettivo prof. Giuseppe SCIORTINO
Componente elettivo prof. Riccardo ZANDONINI
Componente di nomina rettorale prof. Flavio DEFLORIAN
Componente di nomina rettorale prof.ssa Giuseppina ORLANDINI
Componente di nomina rettorale prof. Gianni SANTUCCI
Composizione integrata con i rappresentanti degli studenti Daniele FACCI
Lorenzo TAIT

 

 

Per la visione dei verbali è necessario loggarsi ad AreeRiservate

Per la richiesta di allegati ai verbali, inviare una mail a uff.organicollegiali [at] unitn.it

Indirizzo per contattare i rappresentanti degli studenti:
rapp.stud.senato.accademico [at] unitn.it

Funzione e competenze del Senato Accademico - art. 11 dello Statuto

  1. Il Senato accademico è l’organo di governo scientifico e didattico dell’Ateneo. Collabora con il Rettore nell'azione di indirizzo, programmazione e coordinamento delle attività didattiche e di ricerca dell’Università, nonché, tenuto conto delle proposte delle singole strutture di Ateneo, nella definizione dei piani scientifici e didattici e nella loro attuazione, nell’allocazione delle risorse e nel reclutamento dei professori e dei ricercatori.
  2. In particolare, il Senato accademico:
    a) elabora e adotta, su impulso del Rettore, il piano strategico pluriennale di Ateneo, tenendo conto delle indicazioni contenute nelle proposte di piano strategico delle strutture accademiche, che recepisce in relazione alla loro qualità scientifica e didattica, e garantendo la coerenza tra obiettivi e risorse disponibili;
    b) propone al Consiglio di amministrazione l'attivazione e la disattivazione delle strutture accademiche;
    c) delibera in materia di reclutamento del personale docente e ricercatore;
    d) approva l’offerta formativa e propone annualmente al Consiglio di amministrazione il numero programmato per le immatricolazioni ai corsi di studio, nonché il sistema della contribuzione studentesca;
    e) definisce criteri e modalità di autovalutazione delle attività didattiche e scientifiche delle strutture accademiche;
    f) verifica il grado di raggiungimento degli obiettivi didattici e di ricerca stabiliti dal piano strategico e i livelli di qualità conseguiti dalle strutture accademiche;
    g) svolge funzioni di coordinamento e di raccordo fra le strutture accademiche, anche tramite la Consulta dei Direttori;
    h) esprime parere sui bilanci preventivi e consuntivi dell’Università;
    i) esercita in relazione ai Regolamenti le funzioni propositive, deliberative o consultive secondo quanto stabilito agli articoli 23 e  31;
    j) approva il Codice etico.
  3. Per i fini di cui al comma 2, lett. c), il Senato accademico si avvale del Comitato per il reclutamento e lo sviluppo delle carriere, che definisce i criteri generali a cui le strutture accademiche e le commissioni preposte devono attenersi nella ricerca e valutazione delle candidature esterne e interne, in particolare ai fini della piena valorizzazione dei profili scientifici riconosciuti a livello internazionale, e ne verifica l'applicazione. La composizione e le modalità di funzionamento del Comitato sono disciplinate da specifico Regolamento.