Abilitazione alla professione di Ingegnere

Sezione A

L’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere è stato riformato dal D.P.R. 5 giugno 2001, n.328, che modifica i requisiti per l’accesso e lo svolgimento delle prove.

A partire dalla I sessione dell'anno 2012, ai sensi dell' art. 7 dell'Ordinanza Ministeriale del 30/03/2012 che ha indetto gli Esami di Stato per l'abilitazione per l'anno 2012, i laureati secondo gli ordinamenti previgenti alla Legge n. 509/99, sosterranno anch'essi le prove dell'Esame di Stato secondo le modalità previste dal DPR 328/2001.

REQUISITI PER L'AMMISSIONE:

  • LAUREATI DEL VECCHIO ORDINAMENTO: possesso di Laurea rilasciata dalle Facoltà di Ingegneria conseguita secondo l’ordinamento previgente al DM 509/1999 (laurea quinquennale);
  • LAUREATI NUOVO ORDINAMENTO: possesso di Laurea Specialistica o Laurea Magistrale conseguita secondo i nuovi ordinamenti, in una delle Classi di Laurea previste dal dal DPR 328/2001.

SETTORI:

L’esame di abilitazione Sezione A è suddiviso in 3 Settori:
a) ingegneria civile ambientale
b) ingegneria industriale
c) ingegneria dell’informazione

I candidati in possesso di Laurea Specialistica o Magistrale devono sostenere l’esame nel settore corrispondente alla propria Classe di Laurea. I candidati in possesso di Laurea vecchio ordinamento possono sostenere, a scelta, l'esame di stato per tutti e tre i settori. Essi sono tenuti ad indicare nella domanda di ammissione il settore ed il percorso formativo/Classe di Laurea in cui vogliono sostenere le prove, e potranno sostenere l'esame per uno solo dei settori in ogni sessione.

Per il settore civile e ambientale:

  • Classe LM-4 o 4/S: Architettura e ingegneria edile - corso di laurea corrispondente alla Direttiva 85/384/CEE;
  • Classe LM-23 o 28/S: Ingegneria civile;
  • Classe LM-35 o 38/S: Ingegneria per l'ambiente e per il territorio;

Per il settore industriale:

  • Classe LM-20 o 25/S - Ingegneria aerospaziale e astronautica;
  • Classe LM-21 o 26/S - Ingegneria biomedica;
  • Classe LM-22 o 27/S - Ingegneria chimica;
  • Classe LM-25 o 29/S - Ingegneria dell'automazione;
  • Classe LM-28 o 31/S - Ingegneria elettrica;
  • Classe LM-30 o 33/S - Ingegneria energetica e nucleare;
  • Classe LM-31 o 34/S - Ingegneria gestionale;
  • Classe LM-33 o 36/S - Ingegneria meccanica;
  • Classe LM-34 o 37/S - Ingegneria navale;
  • Classe LM-53 o 61/S - Scienza e ingegneria dei materiali;

Per il settore dell'informazione:

  • Classe LM-18 o 23/S - Informatica;
  • Classe LM-21 o 26/S - Ingegneria biomedica;
  • Classe LM-25 o 29/S - Ingegneria dell'automazione;
  • Classe LM-27 o 30/S - Ingegneria delle telecomunicazioni;
  • Classe LM-29 o 32/S - Ingegneria elettronica;
  • Classe LM-31 o 34/S - Ingegneria gestionale;
  • Classe LM-32 o 35/S - Ingegneria informatica.

A seguito dell’introduzione delle nuove classi di laurea/laurea magistrale (d.m. 270/2004), è stata stabilita la corrispondenza tra le suddette classi di laurea/laurea magistrale e le classi di laurea/laurea specialistica (d.m. 509/1999). Tale corrispondenza, ai fini dell’accesso agli Esami di Stato, è sancita dal Decreto Ministeriale 26 luglio 2007 (Allegato 2) , integrato con successivo parere del CUN di data 04.12.2008 (scaricabili dal box “Download”).