L’Università di Trento accoglie studentesse e studenti di più di 80 nazionalità diverse e anche un numero crescente di personale di ricerca di diverse nazionalità e culture.

È dunque sempre più necessario fare in modo che l’ateneo sia un luogo più attento alle differenze etniche e culturali in modo da essere in grado di interagire con persone provenienti da contesti culturali differenti. 

Nel corso degli ultimi anni sono state attivate varie iniziative e servizi orientati all’accoglienza, in particolare per  studenti e studentesse, da parte del Welcome Office, così come per i visiting e gli ospiti internazionali da parte dell’Ufficio accoglienza personale. Questi uffici forniscono informazioni necessarie alle persone in arrivo, supportandole con pratiche amministrative e burocratiche, inoltre cooperano con la compagine studentesca organizzando varie iniziative per favorire l’integrazione sul territorio e supportare l’apprendimento della lingua.

Tuttavia, in una prospettiva di crescente internazionalizzazione del nostro ateneo, riteniamo importante lavorare ulteriormente nell’ottica dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità. A partire dai primi mesi del 2016 è stato quindi costituito un gruppo di lavoro finalizzato ad approfondire il tema delle differenze etnico-culturali all’interno dell’ateneo, al fine di prevenire o contrastare situazioni di discriminazione o di trattamento non adeguato e rendere l’università di Trento un contesto accogliente e attento alla dimensione interculturale. 
Il primo passo del lavoro portato avanti da questo gruppo è stata una ricognizione dei bisogni e un monitoraggio dell’esperienza di studentesse e studenti o di personale proveniente da altri paesi e contesti culturali. A questa fase esplorativa farà seguito la promozione di azioni di sensibilizzazione del personale docente o altre iniziative finalizzate ad aumentare la consapevolezza del personale di Ateneo rispetto alle diversità esistenti.

Si ricorda che eventuali situazioni di trattamento discriminatorio possono essere segnalate alla Consigliera di Fiducia se si tratta di casi individuali, oppure al Comitato Unico di Garanzia se si tratta di questioni o problematiche di carattere più generale. 

I componenti del gruppo di lavoro:
Barbara Poggio, Maurizio Marchese, Grazia Callovini, Mathilde Chivet, Giovanna Covi, Paolo Fontana, Mariangela Franch, Uri Hasson, Lisa Marchi, Donatella Piffer, Benjamin Timberlake, Alessandro Tomasi, Riccardo Zandonini.