Il Dottorato di Ricerca è il più alto grado di istruzione previsto nell'ordinamento accademico italiano ed è finalizzato all'acquisizione delle competenze necessarie per esercitare presso università, enti pubblici e soggetti privati, attività di ricerca di alta qualificazione, allo sviluppo del progresso scientifico e tecnologico e alla creazione di una classe dirigente con una cultura professionale di alto livello e una corrispondente apertura internazionale.
Il percorso formativo prevede una prima fase dedicata all’approfondimento della preparazione di base attraverso programmi di didattica avanzata e una fase successiva orientata alla definizione e allo svolgimento di uno specifico progetto di ricerca.
Le scuole e i corsi di dottorato attualmente istituiti vedono in alcuni casi il coinvolgimento di diversi enti finanziatori tra cui la Provincia Autonoma di Trento, la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e il Comune di Trento.

Durata
Non può essere inferiore a tre anni; a partire dall'anno accademico 2014-2015 l'inizio dell'anno accademico è fissato al primo novembre. È previsto l’obbligo di frequenza.

Requisiti di accesso

  • Laurea magistrale, attivata ai sensi del DM 270/2004
  • Laurea conseguita secondo il previgente ordinamento (Laurea specialistica o Diploma di Laurea vecchio ordinamento)
  • un analogo titolo accademico conseguito all'estero, equiparabile per durata e contenuto al titolo italiano, accertato come idoneo dalla Commissione di ammissione, anche sulla base di trattati o accordi internazionali.

Ammissione
L’accesso avviene tramite selezione pubblica mediante l’emanazione di uno specifico bando.
La pubblicazione dei bandi sul sito web di ateneo avviene normalmente nel periodo febbraio-settembre dell'anno accademico precedente il primo anno di corso. Le selezioni vengono espletate secondo i calendari stabiliti dalle singole scuole e corsi di dottorato.

Conseguimento del titolo
Il titolo di Dottore di Ricerca è conferito dal Rettore e si consegue a conclusione del ciclo di Dottorato previo superamento di un esame finale, che consiste nella discussione pubblica della tesi di Dottorato davanti ad una commissione giudicatrice.

Borse di studio
Le borse di studio sono assegnate in base alla graduatoria di merito e vengono erogate per l’intera durata del dottorato, previo mantenimento dei requisiti di merito.
Chi ha già usufruito di una borsa di studio per un corso di dottorato in Italia non può usufruirne una seconda volta allo stesso titolo.

Tasse
Ad oggi non sono previste a carico dei dottorandi tasse per l'accesso ai corsi e per la relativa frequenza, ad eccezione della tassa provinciale annua per il diritto allo studio (TDS) che per l’a.a. 2016/2017 è pari a € 156.