Maggiorazione di borsa

In caso di soggiorni all'estero per attività inerenti il dottorato, preventivamente autorizzati dal Coordinatore o dal Collegio dei Docenti, l'importo della borsa di studio è aumentato del 50%.

Chi può beneficiarne

Coloro che sono titolari di una borsa di dottorato hanno diritto alla maggiorazione di borsa del 50% per soggiorni all'estero svolti fino alla conclusione dell'ultimo anno di dottorato.
Non hanno diritto alla maggiorazione di borsa coloro che sono in attesa di esame finale.
Attenzione: è da considerarsi permanenza all'estero un periodo continuativo non inferiore ad un mese e complessivamente non superiore a 18 mesi.

Come viene calcolata

L’ammontare della maggiorazione è calcolato sulla base del numero di giorni di effettiva permanenza, comprovata mediante attestazione rilasciata dall'istituzione straniera presso la quale si è svolta l'attività di studio e/o di ricerca. 
La maggiorazione viene erogata al termine del periodo di soggiorno, salvo i casi di richiesta di anticipo (v. sotto).

Prima della partenza

Per richiedere la maggiorazione di borsa è necessario presentare:

  • il modulo di richiesta della maggiorazione (v. Allegati);
  • il modulo di Autorizzazione del Coordinatore o della Coordinatrice (se il periodo all’estero è inferiore o uguale a 6 mesi);
  • oppure la delibera del Collegio dei Docenti (se il periodo all’estero è superiore a 6 mesi).

La modulistica deve essere inviata o consegnata alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione del Polo di riferimento (si veda il Box Contatti in basso).

Anticipo della maggiorazione

In caso di permanenza all'estero pari o superiore a tre mesi, è possibile richiedere un anticipo del 60% dell’importo previsto, indicando tale opzione nel modulo “Richiesta maggiorazione”.
Per ricevere la liquidazione dell’anticipo entro la data della partenza indicata nel suddetto modulo, la richiesta dovrà essere presentata almeno 2 mesi prima della partenza stessa. In caso di richieste presentate tardivamente e/o a ridosso della partenza, non è garantito che l’anticipo verrà erogato prima dell’inizio del periodo all’estero. La quota restante (conguaglio del 40%) verrà liquidata al termine del periodo all’estero su presentazione del certificato comprovante l’effettiva permanenza rilasciato dall'ente ospitante.

Al termine del soggiorno

Al rientro si dovrà presentare alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione del Polo di riferimento un certificato rilasciato dall'ente/istituzione presso il quale è stato trascorso il periodo di ricerca (v. fac-simile come esempio per il testo in Allegati), attestante l'effettivo periodo di permanenza.
N.B.: il certificato deve essere in originale, avere data contestuale o successiva alla fine del periodo e riportare il timbro dell'ente ospitante oppure essere stampato su carta intestata.