Gennaio 2015

Situazione segnalata: possibile conflitto di interesse per cumulo di cariche
Parere: è stato escluso il conflitto di interessi
Raccomandazioni di carattere generale: la Commissione ha ritenuto si debbano evitare situazioni che, pur non configurando un vero e proprio conflitto di interessi, diano però luogo ad asimmetrie informative che possano, in quanto tali, ledere sia il principio di imparzialità, sia il principio di buon andamento.

Marzo 2015

Situazione segnalata: possibile conflitto di interesse in assegnazione di incarichi di collaborazione
Parere: è stato escluso il conflitto di interessi
Raccomandazioni di carattere generale:  La Commissione, alla luce del caso esaminato e tenendo conto che simili situazioni potrebbero ripetersi in futuro, fa presente che:

  • il Codice Etico d’Ateneo all’art. 5 fornisce definizioni molto ampie dei comportamenti che violano il Codice, in particolare per quanto riguarda il conflitto di interessi ed il nepotismo e favoritismo;
  • ne consegue che comportamenti che potevano essere considerati corretti alla luce delle regole che si applicavano prima dell’entrata in vigore del Codice Etico, oggi non lo sarebbero più;
  • pertanto nell’attuale periodo di transizione, in cui maturano iniziative avviate anteriormente all’adozione del Codice Etico, si raccomanda ai responsabili accademici e gestionali di prestare grande attenzione nell’accompagnare tali progetti ed attività alla loro conclusione nel massimo rispetto dei principi e comportamenti etici oggi attesi.

La Commissione, alla luce di quanto sopra, ritiene opportuno:

  • verificare, a distanza di un anno dalla sua emanazione, l'effettiva conoscenza del Codice Etico da parte di tutti gli universitari e tutte le strutture, secondo quanto previsto dall’art. 2, comma 5);
  • adeguare tutta la modulistica amministrativa interna allo scopo di facilitare l’applicazione e quindi il rispetto del Codice Etico di Ateneo, prevedendo per esempio che nella modulistica siano previste dichiarazioni sostitutive di atto notorio da cui risulti l’esistenza o meno di situazioni di nepotismo, familismo o conflitto di interessi.