L’Università degli Studi di Trento e altri 9 enti di ricerca pubblici  (7 università e 2 EPR)  intendono costituire un partenariato pubblico-privato per presentare domanda al Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per la costituzione di un Centro di Competenza (CC) ad alta specializzazione nelle tecnologie in ambito Impresa 4.0. 

L’obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo tecnologico e digitale e la creazione di competenze specialistiche avanzate nel settore industriale e il trasferimento di soluzioni tecnologiche e l’innovazione nei processi produttivi e nei prodotti legati alla diffusione delle tecnologie in ambito Impresa 4.0.

Gli organismi di diritto pubblico coinvolti sono:

  • Università degli Studi di Padova (soggetto proponente del progetto per il MISE)
  • Università degli Studi di Trento
  • Università degli Studi di Verona
  • Università Ca’ Foscari Venezia
  • SISSA (Scuola Superiore Internazionale di Studi Avanzati) Trieste
  • Libera Università di Bolzano
  • Università degli Studi di Udine
  • Università IUAV di Venezia
  • Fondazione Bruno Kessler Trento
  • Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Sezione di Padova e Laboratori Nazionali di Legnaro

Il Centro di Competenza sarà denominato SMACT e sarà focalizzato sulle seguenti specializzazioni:

  • Social network
  • Mobile platforms & Apps
  • Advanced Analytics and Big Data
  • Cloud
  • Internet of Things

da cui nasce l’acronimo SMACT che dà il nome al CC.

La candidatura dei partner privati è stata prorogata a venerdì 13 aprile 2018 - ore 12.00. 

L'avviso per la selezione dei partner privati nel Competence Center è disponibile nel box di download.