Vai al sito web del Corso

Coordinatore: prof. Luca Crescenzi 

Co-Coordinatore: prof. Mathias Mayer

Obiettivi formativi del Corso
Il Corso di Dottorato si incentra sulla specifica tematica degli interscambi culturali fra aree limitrofe e in prospettiva sincronica e diacronica (antico/moderno). Ciò avviene nell’ambito delle pratiche sociali, degli usi e delle istituzioni, delle arti, del linguaggio. Tutte queste dimensioni dello scambio culturale, ben note all’antropologia, sono invece solo parzialmente esplorate dalle discipline storiche, filologiche, artistiche e linguistiche.
Tema del Dottorato è l’approfondimento e l’analisi degli scambi materiali e simbolici che mettono in relazione un conflitto di culture che comunicano nello spazio o nel tempo e si condizionano reciprocamente producendo trasformazioni dei loro caratteri costitutivi. 
Il Corso propone annualmente un’offerta formativa mirata a fornire avanzate competenze nello specifico campo degli studi sugli scambi interculturali applicati alle discipline linguistiche, letterarie, filologiche, storiche e storico-artistiche attraverso una serie di attività seminariali specifiche proposte dai docenti delle Università di Trento e di Augsburg e da altri docenti internazionali attivi presso il Centro di Alti Studi Umanistici (CeASUm).
Il Dottorato è destinato alla formazione di ricercatori e studiosi capaci di indagare in che modo avvenga il transfer di determinati elementi caratterizzanti da una cultura a un’altra. Ciò avverrà attraverso i più avanzati strumenti a disposizione delle discipline coinvolte nel progetto, ulteriormente potenziate dalle attività dei cinque laboratori, creati all’interno del CeASUm e con il contributo decisivo degli strumenti informatico-umanistici in via di sviluppo presso il Dipartimento stesso.
La proposta didattica (che sarà specificata con titoli e calendario di corsi e seminari nel Manifesto degli Studi) si articola secondo le seguenti tipologie:
a) corsi di metodologia della ricerca negli ambiti specifici previsti dal dottorato;
b) corsi trasversali alle diverse discipline per la formazione alla ricerca e la comunicazione della ricerca;
c) seminari tematici e disciplinari;
d) seminari di presentazione e discussione dei progetti di ricerca nella loro progressione;
e) corsi e seminari presso altre Istituzioni in Italia o all’estero;
f) partecipazione a convegni, seminari, workshop sia in sede che presso altri enti.
Nel corso del Dottorato i dottorandi e le dottorande sono tenuti/e a trascorrere almeno 6 mesi presso l’Università estera convenzionata e altri 6 mesi presso qualificate istituzioni di ricerca estere.

Lingua ufficiale del Corso: italiano e tedesco

Durata: 3 anni