Statistiche di Ateneo

Le statistiche sulle principali dimensioni caratterizzanti l’Ateneo sono disponibili nel report Ateneo in cifre. In tale documentazione si evidenziano gli andamenti, relativi agli ultimi anni, rispetto agli ambiti di maggior interesse riguardanti la didattica, la ricerca, l’internazionalizzazione, le risorse umane, i servizi e le strutture.

Ateneo in cifre ha periodicità annuale ed è un estratto del Rapporto Annuale: 

L'aggiornamento semestrale sulle consistenze più caratterizzanti l'Ateneo nell'anno corrente è disponibile alla pagina UniTrento in numeri   

Altre informazioni e statistiche sul sistema universitario sono reperibili negli archivi istituzionali del Ministero dell’Università e della Ricerca per l'ambito di interesse nazionale, e per quello locale nelle sintesi statistiche prodotte dalla Provincia Autonoma di Trento e dal comune di Trento: 

Opinioni degli studenti

Con cadenza periodica e in forma anonima l’Ateneo acquisisce, tramite un questionario presente sul portale dei servizi per la didattica Esse3, le opinioni sulle attività didattiche espresse dagli studenti.
La valutazione degli insegnamenti è effettuata secondo le indicazioni dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca e rientra nelle misure previste dal quadro normativo nazionale per l’assicurazione della qualità della didattica (L. 370/1999).

In generale, lo studente è chiamato a esprimere il proprio giudizio in relazione al carico didattico, al materiale disponibile, all’organizzazione della docenza, all’interesse per la materia e alla soddisfazione complessiva. 

L’utilizzo della modalità di didattica a distanza dovuto all’emergenza sanitaria, ha indotto la predisposizione e l'utilizzo nel secondo semestre dell'a.a. 2019/20 e per l'a.a. 2020/21 di un questionario in versione ridotta e adeguato alle nuove esigenze.

Le opinioni raccolte costituiscono un requisito necessario per l’accreditamento e un importante strumento informativo a disposizione dei docenti e dei responsabili dei Corsi di Studio per monitorare la qualità degli insegnamenti e per intervenire, laddove necessario, sugli aspetti critici evidenziati.

I risultati sono presentati per anno accademico, suddivisi per Dipartimento/Centro e in forma aggregata per Corso di Studio.  

Didattica on line

L’Ateneo di Trento ha avviato una serie di indagini e studi finalizzati a conoscere gli effetti della didattica erogata on line nel secondo semestre dell'a.a. 2019-20:

Indagine volta a rilevare le esperienze, opinioni e valutazioni degli studenti 

application/pdfRisultati(PDF | 490 KB)

L’indagine, alla quale hanno risposto oltre 5100 studenti (il 31% del corpo studentesco) è stata condotta tra il 28 maggio e il 25 giugno 2020. Il questionario ha permesso di raccogliere informazioni sui livelli di frequenza, l’apprezzamento delle diverse forme di erogazione della didattica on line (sincrona e asincrona) rispetto a quella in presenza, sulle difficoltà e i problemi tecnici e sulle complicazioni e i problemi di carattere psicologico e relazionale. 

Indagine volta a rilevare le esperienze, opinioni e valutazioni dei docenti.

All’indagine ha partecipato oltre il 60% dei docenti incardinati in Ateneo (la percentuale scende al 50 % se si conteggiano anche altre categorie coinvolte nell’indagine, quali ad es. i docenti a contratto). Sono state indagate la dotazione e l’uso delle infrastrutture tecnologiche, le competenze e le esperienze precedenti sulla didattica on line, la percezione dell’efficacia e dei problemi della didattica on line - sincrona e asincrona - rispetto a quella erogata in presenza, la valutazione dei possibili vantaggi di integrare alcuni strumenti di didattica on line nella didattica in presenza. 

Analisi dell’andamento degli esami della sessione estiva nel 2019 e nel 2020

application/pdfSlide(PDF | 564 KB)

L’analisi prende in considerazione la partecipazione agli esami, il tasso di successo e il voto medio ottenuto dagli studenti. Si presentano sia i risultati dell’insieme degli esami della sessione, sia i dati “appaiati” - che presentano, nei due anni, continuità di docente e insegnamento - sia infine i dati per i soli insegnamenti del primo semestre – erogati in presenza - e per i quali è cambiata unicamente la modalità di esame. L’effetto della didattica on line sulla prosecuzione della carriera (numerosità e tassi di successo agli esami) e di voto sono statisticamente nulli. Anche se non si può escludere che effetti sistematici ci siano stati, effetti positivi e negativi si compensano; sicché, né l’aver seguito le lezioni on line, né l’aver sostenuto l’esame a distanza incidono sulla carriera dello studente e sulla sua valutazione finale. 

Elaborazione volta a rilevare l’utilizzo della piattaforma Moodle e delle risorse informative

application/pdfSlide(PDF | 464 KB)

Le risorse e gli strumenti accessibili dalla piattaforma Moodle (19 tool) sono stati classificati in quattro categorie sulla base della loro funzionalità: contenuti, comunicazione interattiva, valutazione e feedback. Per ciascuna categoria sono stati quantificati il numero delle risorse disponibili e gli utilizzi. Indipendentemente dal corso di studio, tra le risorse e strumenti prevale largamente il caricamento di contenuti, che si attesta oltre il 90%; tra gli utilizzi, invece, nelle lauree magistrali e magistrali a ciclo unico pesano in misura leggermente superiore i mezzi di comunicazione interattiva (chat, diari e forum) rispetto agli utilizzi fatti dagli studenti delle lauree triennali. 

Indagini Almalaurea

Le indagini Almalaurea sono condotte annualmente in 71 Atenei italiani e forniscono un’ampia e dettagliata fotografia delle principali caratteristiche degli studenti che hanno conseguito il titolo universitario. 

Profilo dei Laureati raccoglie informazioni sulle condizioni di studio, sul livello di soddisfazione per il percorso di studi concluso e sulle performance dei laureati in termini voto di laurea e di regolarità negli studi.

Condizione occupazionale dei Laureati analizza il tema della transizione dall’università al mondo del lavoro e approfondisce la condizione occupazionale dei laureati dopo uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo. Le informazioni riguardano alcuni dettagli dell’attività lavorativa, in particolare, ramo e settore occupazionali, retribuzione e grado di soddisfazione per il lavoro svolto. 

Alcuni risultati significativi sono presentati per anno di pubblicazione del rapporto, suddivisi per Dipartimento/Centro e in forma aggregata per Corso di Studio.

A partire dall'edizione XX, per entrambe le indagini, i dati presentano anche il confronto con i corsi afferenti alla stessa classe di laurea e con sede nella ripartizione territoriale del Nord-Est, oltre che al confronto con il totale dei corsi afferenti alla medesima classe di laurea per il complesso degli atenei italiani. 

Per ulteriori elaborazioni si consiglia di visitare la sezione Indagine e ricerche della parte pubblica del sito di Almalaurea