Percorso formativo

Il Dottorato prevede la frequenza da parte di ciascun dottorando di attività didattiche e di ricerca corrispondenti a 180 crediti, di cui 120 attribuiti all'elaborazione del lavoro di tesi di ricerca e 60 alle attività didattiche. Le attività devono essere riportate sul registro annuale personale del dottorando (dispnibile nell'area Download) e firmate dal tutor, che lo raccoglie al termine dell'anno.

Primo anno (50 crediti formativi)

I dottorandi possono seguire seminari specialistici e seminari metodologici organizzati a cura del proprio Programma di dottorato e mirati a fornire le indispensabili basi metodologiche per sviluppare e portare a compimento il progetto di ricerca.
I dottorandi possono anche partecipare a seminari interdisciplinari organizzati dalla Scuola per tutti i Programmi, o comunque trasversali.
Hanno inoltre la possibilità di acquisire parte dei crediti previsti per il primo anno di studi grazie mediante la frequenza di convegni, seminari o altre attività scientifiche e formative organizzate da istituzioni diverse dalla Scuola, dietro autorizzazione del proprio tutor.
E' compito del tutor verificare che i dottorandi, nel corso del primo anno, assolvano ai loro doveri di formazione acquisendo il numero di crediti previsti e usufruendo di attività didattiche per almeno 200 ore.

Secondo anno (10 crediti formativi)
I dottorandi possono seguire seminari interdisciplinari organizzati dalla Scuola e seminari metodologici tenuti nell’ambito dei singoli Programmi. Tali attività devono coprire almeno 30 ore.
Compito principale dei dottorandi è quello di procedere con l’attuazione del progetto di ricerca, sotto la supervisione del tutor e con la sua stretta collaborazione.

Terzo anno
Nel corso del terzo anno vengono organizzati seminari metodologici utili ai dottorandi nell’elaborazione della tesi finale.
Tutti i Programmi attivano seminari, conferenze e tavole rotonde riguardanti propri specifici argomenti e la metodologia della ricerca.
I dottorandi di tutti e cinque i Programmi di dottorato devono provvedere alla redazione della tesi finale in stretta collaborazione con il direttore prescelto.

I dottorandi possono seguire percorsi di studio presso facoltà estere, sia nell’ambito delle convenzioni stipulate, sia sulla base di progetti di volta in volta approvati dal Comitato Esecutivo in accordo con il tutor, coerentemente con i singoli progetti di ricerca. La permanenza presso istituzioni universitarie straniere può avvenire sotto la guida di docenti di alta qualificazione e riconosciuta competenza, e rappresenta una valida introduzione all’esercizio dell’attività di ricerca a livello universitario.
 

 

Contatti 
Staff di Dipartimento
Via Tommaso Gar, 14
Tel. 
tel. +39 0461 281777-281752-281729-281795-283456
Fax 
fax +39 0461 281799