L’Università di Trento ha oggi una funzione di guida in alcune aree di ricerca, al fianco di altri Atenei e Centri di ricerca italiani e stranieri. Nel Piano Strategico si dà conto degli ambiti all’interno dei quali si stanno realizzando le collaborazioni più interessanti:

  • l’area della ricerca spaziale (TSC - Trento Space Center, Laboratorio interdipartimentale di scienze e tecnologie spaziali), che costituisce il presupposto per un importante accordo di cofinanziamento di attività di ricerca dell’Agenzia Spaziale Italiana;
  • l’area, già menzionata, delle tecnologie quantistiche (Q@ TN - Quantum Science and Technologies in Trento), che costituisce il presupposto per un accordo con FBK e CNR in vista della costituzione di un laboratorio comune sul tema;
  • il progetto BRANDY - BRAin Network DYnamics Brain Network Dynamics che, inserendo Trento in una rete internazionale, costituisce un importante tassello della collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Queste iniziative si affiancano al già avviato Trento Institute for Fundamental Physics Applications (TIFPA), al quale collaborano l’Istituto Italiano di Fisica Nucleare, FBK e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, ma anche all’accordo con la Fondazione Edmund Mach, che ha portato alla nascita del Centro Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (C3A) con l’avvio della laurea in Viticoltura ed Enologia.

I progetti

TSC: Trento Space Center - Laboratorio interdipartimentale di scienze e tecnologie spaziali

Obiettivo del progetto è dare una sede organizzativa e scientifica condivisa alle attività legate alle tecnologie e alle scienze per lo Spazio mettendo a fattor comune le competenze complementari di ciascun gruppo di ricerca, aumentando in questo modo la visibilità dell’Ateneo nel settore spaziale e amplificando la già elevata visibilità dei singoli gruppi, anche in sinergia con altre istituzioni di ricerca locali impegnate nel settore spaziale.

Q@TN - Quantum at Trento

Obiettivo del progetto è coordinare la ricerca e l’alta formazione nel settore delle STQ (Scienze e Tecnologie Quantistiche). Il progetto mira a costituire un centro inter-istituzione sulle STQ che emerga a livello europeo e un laboratorio di trasferimento tecnologico sul tema che sia centro di riferimento nazionale, in coordinamento con il CNR. Si attiveranno anche percorsi di formazione per nuove figure di ricercatori e professionisti nelle STQ.

BRANDY - Brain Network Dynamics

Obiettivo del progetto è stabilire un gruppo impegnato a promuovere ed incrementare formazione e ricerca transdisciplinare per lo studio della dinamica di reti neurali o neuromorfiche, due tematiche basilari per lo sviluppo del settore delle Brain Sciences e dell’intelligenza artificiale. Le ricerche all’interno del progetto verranno condotte in sinergia con altri istituti di ricerca che operano in questo settore grazie a collaborazioni di lungo termine che potranno portare alla formazione di un’infrastruttura di medio-lungo termine.