Intervista a. a. 2021 - 2022

Bio atleta

Generali

  • Nome e Cognome: Jacopo De Marchi;
  • Soprannome: Dema;
  • Età: 23;
  • Luogo di Nascita: Monfalcone;
  • Specialità: Atletica leggera - Mezzofondo;
  • Corso di studi: Laurea magistrale in Finanza.

Carriera sportiva

  • Traguardi Sportivi: i più importanti: 7^ posizione agli Europei di corsa campestre Under 23 e 2^ posizione a squadre (2019);
  • Sport significa: lo sport ti insegna a vivere. A saper apprezzare la sofferenza e il sacrificio che una passione a cui tieni veramente richiedono. Nulla ti viene regalato. Sport significa apprezzare i piccoli momenti, assaporare ogni istante e fare sì che entri a fare parte di te. Sport è determinazione, sono scelte. E le scelte che facciamo definiscono chi siamo e chi potremmo essere:
  • Idolo Sportivo: Alessandro De Marchi.

Personalità

  • Pregio: tenacia;
  • Difetto: sono poco assertivo;
  • Libro preferito: Il Signore degli Anelli - Parte 3;
  • Film preferito: Il Signore degli Anelli - Le due torri;
  • Hobby: Il mondo videoludico e del cinema;
  • Sogno nel cassetto: banale: le Olimpiadi. Più realistico: non infortunarmi più;

Intervista

Quando hai iniziato a praticare il tuo sport? Come ti sei appassionato a questo sport?
Tra il 2010 e il 2011 per merito di mio padre. Mio primo tifoso da sempre che ha deciso di portarmi con lui a fare qualche gara di corsa in montagna in Carnia, la parte alta del Friuli. Dopo un annetto e mezzo che facevo questo praticando calcio ho deciso di avvicinarmi ai campi di atletica… Anche se diciamo che ci ho messo molti anni a correre in modo accettabile!

Quanto tempo dedichi ogni giorno agli allenamenti o alle gare?
Due allenamenti al giorno quasi ogni giorno, che tra una cosa e l'altra portano via nel migliore dei casi 2 ore a sessione e nel peggiore anche 3.

Perché hai scelto il programma di Dual Career dell’Università di Trento?
La triennale sono riuscito a finirla senza alcun problema perfettamente; dal momento che poi però sono entrato in un gruppo sportivo militare (Esercito) e ho iniziato il percorso della magistrale, ovviamente più complesso, ho pensato potesse essermi utile avere una mano per organizzare gli esami.

Qual è stato l’esame più difficile che hai affrontato?
Per quanto riguarda i primi 3 anni sicuramente Economia Aziendale, un mattone incredibile con un professore molto pretenzioso. Del primo anno e mezzo appena passato qua a Trento direi invece l'ultimo esame che ho dato (ripetuto per la seconda volta), ovvero Strumenti d'investimento e derivati… Soprattutto per la quantità di argomenti anche molto diversi tra loro.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?
Riprendere ad allenarmi dopo mesi complicati per due infortuni consecutivi che mi hanno privato di (ormai) 6 mesi di allenamento continuativo. Al resto penserò quando starò meglio, sia fisicamente che mentalmente.

Come immagini il tuo futuro tra 5 anni?
Le priorità cambiano nel tempo soprattutto alla soglia dei 30 anni. Sicuramente mi vedo con la laurea Magistrale in mano (spero già tra un anno in realtà), non infortunato e con un bel bagaglio di soddisfazioni sportive soprattutto internazionali e con tanta voglia di metterne altre dentro. L'appetito vien mangiando!