La consigliera di fiducia, dott.ssa Valentina Todeschini, è chiamata a sostenere le persone che lamentino episodi di mobbing, straining, molestie, discriminazioni o di altri fenomeni disfunzionali.

A tali fini, svolge le seguenti funzioni:

  • ascolto e tutela della parte che si ritenga vittima delle fattispecie, anche in connessione ad eventuali procedure informali o formali di risoluzione del conflitto o del disagio
  • informazione e formazione, finalizzate alla sensibilizzazione contro le forme di mobbing, straining, molestie e discriminazioni.

L'attività della consiglierà è improntata all’indipendenza, alla riservatezza e al rispetto della volontà della persona, che a lei si rivolge, e orientata alla scelta della migliore strategia per gestire e risolvere le situazioni di difficoltà di quanti a lei si affidino.

Può rivolgersi alla consigliera, per approfondimenti, consulenza, assistenza e possibilità di intervento, chiunque studi o lavori presso l'Ateneo e ritenga di essere vittima di fenomeni disfunzionali indicati all’art. 2 del Regolamento per la tutela della dignità della persona e per la prevenzione e il contrasto del mobbing, dello straining, delle molestie e delle discriminazioni.

La consigliera riceve individualmente le persone che a lei si rivolgono. Il suo operato è gratuito.
 

Come contattare la consigliera di fiducia

Per chiedere informazioni o fissare un incontro è possibile raggiungere la consigliera via e-mail all'indirizzo Consiglieradifiducia [at] unitn.it oppure telefonicamente al numero 0461-281295 (trasferimento di chiamata attivo). 

Se si desidera essere contattati telefonicamente, si prega di lasciare un numero telefonico privato (es. cellulare) per poter essere richiamati.

Considerata la vocazione internazionale dell’Università di Trento, la consigliera può svolgere i colloqui in italiano o in inglese.