Requisiti per l’ammissione

1. Titolo di studio:

  • laurea rilasciata dalle Facoltà di Economia secondo l'ordinamento previgente ai decreti emanati in attuazione dell'art.17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n.127
  • laurea specialistica nella classe 64/S (Scienze dell'economia)
  • laurea specialistica nella classe 84/S (Scienze economico-aziendali)
  • laurea magistrale nella classe LM-56 (scienze dell’economia)
  • laurea magistrale nella classe LM-77 (scienze economico-aziendali)
  • laurea in Scienze Politiche o Giuriprudenza purché il tirocinio sia iniziato prima dell'entrata in vigore del decreto 139/2005 (31 dicembre 2007)

2. Tirocinio
È obbligatorio aver svolto un tirocinio pratico di almeno 18 mesi presso lo studio di un dottore commercialista, così come previsto dalla normativa vigente. 
Possono partecipare all'Esame di Stato anche coloro che non abbiano ancora completato il tirocinio entro la data di scadenza per la presentazione della domanda, purché lo completino entro la data di inizio degli esami. In questo caso, sarà necessario consegnare un'autocertificazione relativa al compimento del tirocinio entro la data prevista per la prima prova dell'Esame di Stato.

Scadenza tirocinio
Ai sensi del D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137:
•   qualora il tirocinio sia iniziato a partire dal 16 agosto 2012, perde efficacia decorsi 5 anni dal suo compimento (art. 6 comma 12). E' considerato valido il tirocinio non ancora scaduto al momento della presentazione della domanda di ammissione all'Esame di Stato;
•   qualora il tirocinio sia iniziato anteriormente al 16 agosto 2012 non è soggetto a scadenza.

Tutte le informazioni relative al tirocinio si richiedono all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di competenza.

Alla luce delle modiche normative relative al tirocinio previsto per l’accesso alle professioni di Dottore Commercialista ed Esperto Contabile (DPR 7 agosto 2012 n. 137) e della Convenzione Quadro fra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro della Giustizia ed il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, siglata nel mese di ottobre 2014, l'Università degli Studi di Trento e l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento e Rovereto, hanno stipulato in data 05.03.2020 una nuova convenzione per lo svolgimento del tirocinio in concomitanza con il percorso formativo e per l'esonero dalla prima prova scritta dell'Esame di Stato per l'esercizio della professione di Dottore Commercialista ed Esperto Contabile (vedi box download).

Normativa di riferimento:
•  DM n. 654 del 24 ottobre 1996 (Regolamento recante norme sull'Esame di Stato di Abilitazione all'esercizio della professione di Dottore Commercialista);
•  Decreto Legislativo n. 139 del 28 giugno 2005, con cui è stato costituito l’Albo unico dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, articolato in due sezioni:
    - Sezione A "Dottori commercialisti";
    - Sezione B "Esperti contabili".

Svolgimento prove e programma

AVVISO: le informazioni relative allo svolgimento della I sessione 2020 sono disponibili alla pagina web Commissione e calendario.

Gli esami di abilitazione all'esercizio della professione di Dottore Commercialista consistono in tre prove scritte, di cui una a contenuto pratico, dirette all'accertamento delle conoscenze teoriche del/della candidato/a e della sua capacità di applicarle praticamente e in una prova orale.

La prima prova scritta verte sui seguenti argomenti:

  • ragioneria generale e applicata
  • revisione aziendale
  • tecnica industriale e commerciale
  • tecnica bancaria
  • tecnica professionale
  • finanza aziendale

La seconda prova scritta verte sui seguenti argomenti:

  • diritto privato
  • diritto commerciale
  • diritto fallimentare
  • diritto tributario
  • diritto del lavoro e della previdenza sociale
  • diritto processuale civile

Per lo svolgimento delle prove scritte sono assegnate cinque ore.

La prova a contenuto pratico è costituita da un'esercitazione sulle materie previste per la prima prova scritta ovvero dalla redazione di atti relativi al contenzioso tributario.

La prova orale sarà diretta all'accertamento delle conoscenze del/la candidato/a, oltre che nelle materie oggetto delle prove scritte, anche nelle seguenti materie:

  • informatica
  • sistemi informativi
  • economia politica
  • matematica e statistica
  • legislazione e deontologia professionale.

E' inoltre possibile svolgere le prove integrative ai fini dell'iscrizione al Registro dei Revisori Legali. Per maggiori informazioni visitare la pagina web "Abilitazione alla professione di Revisore Legale".

Esonero dalla prima prova scritta 

Per informazioni sulle condizioni per l'esonero dalla prima prova scritta e sul possesso dei requisiti, si veda la pagina web: Esonero dalla prima prova scritta - Dottore Commercialista.

Norme per lo svolgimento delle prove scritte

Le prove scritte e la prova pratica, su decisione della commissione, potranno essere svolte, in tutto o in parte, con l’utilizzo di personal computer (applicativi Word e/o Excel per Windows, ecc.) con ampia garanzia di mantenimento della forma anonima rispetto agli autori o alle autrici delle prove.

I candidati e le candidate si devono presentare in aula muniti di idoneo documento di riconoscimento. Durante lo svolgimento delle prove scritte possono essere consultati soltanto i testi preventivamente autorizzati dalla Commissione esaminatrice. Non è ammesso l'uso di pc personali, cellulari o calcolatrici programmabili.