I primi 50 anni dell'Università di Trento

Dal 1962, quando nacque l’Istituto Universitario Superiore di Scienze Sociali ad opera di Bruno Kessler, l'Università di Trento ha fatto molti passi avanti.

Nel 1972 si aggiunge la Facoltà di Scienze e nel 1973, dopo che Trento è diventata Libera Università, nasce la Facoltà di Economia e Commercio. Nel 1983 la Libera Università si trasforma in Università Statale e fonda nei due anni successivi ben tre facoltà: Lettere e Filosofia, Giurisprudenza e Ingegneria. Ultima, in ordine di tempo, la Facoltà di Scienze Cognitive nel 2004.

L’ultimo mutamento risale al 2012: Facoltà e Dipartimenti di ricerca scompaiono per lasciar posto a strutture che uniscono la didattica e la ricerca: sono 10 Dipartimenti e 3 Centri di Ateneo.

50 anni sono solo la prima tappa di un percorso ricco di prospettive. Le scommesse per il futuro sono tante: monitorare e valutare le attività didattiche e di ricerca al fine di aumentare sempre di più il livello di competitività, concentrarsi sull’eccellenza di ricerca e didattica, accrescere il livello di internazionalizzazione.

Per celebrare il cinquantenario, l'Università ha organizzato una serie di iniziative di studio e di ricerca che ripercorrono quegli anni, partendo dall’analisi e dal racconto delle origini attraverso le fonti documentarie. Queste iniziative sono state raccolte in un sito: 50 anni di Unitn e in una pagina Facebook

 

 

 

I Rettori

2014 - oggi
Rettore Paolo Collini Paolo Collini
2013 - 2014
Rettrice Daria de Pretis
2004 - 2013
Rettore Davide Bassi
1996 - 2004
Rettore Massimo Egidi
1990 - 1996
Rettore Fulvio Zuelli
1978 - 1990
Rettore Fabio Ferrari
1977 - 1978
Rettore Ezio Clementel
1972 - 1978
Rettore Paolo Prodi
1970 - 1972
Direttore Guido Baglioni
1970
Direttore Norberto Bobbio
1968 - 1970
Direttore Francesco Alberoni
1962 - 1968
Direttore Mario Volpato