Raggiungi l’Università con PickMeUp 2.0

Lasciati trasportare!

Il servizio per condividere gratuitamente passaggi in auto tramite Telegram
Meno spese, più compagnia

PickMeUp è un sistema di condivisione di passaggi in automobile nella provincia di Trento, promosso dalla Banca del Tempo Etico (banchetempo.tn.it). Si tratta di un’iniziativa di mobilità sostenibile per ridurre il traffico e l’impatto ambientale delle auto. PickMeUp è accessibile tramite l’app Telegram per smartphone. Con PickMeUp è possibile offrire e richiedere gratuitamente passaggi in auto sia per percorsi che si ripetono durante la settimana (per esempio nei viaggi di lavoro), sia per viaggi occasionali. Per utilizzarlo, scarica Telegram sul tuo smartphone, cerca l’utente “PickMeUp_bot” e aggiungilo ai tuoi contatti. Puoi così iniziare a offrire o cercare passaggi. Visita il sito http://pickmeup.trentino.it/ per maggiori informazioni.

L’ONU ha lanciato nel 2015 un programma d’azione per uno sviluppo sostenibile ed equo: l’Agenda 2030. Un’Agenda Globale che indica a tutti i cittadini del mondo 17 obiettivi, Sustainable Development Goals (obiettivi di sviluppo sostenibile), cui tendere entro il 2030. Un traguardo ambizioso per un futuro di prosperità per le persone e il pianeta.
Utilizzare PickMeUp ci aiuta a raggiungere i seguenti obiettivi di sviluppo sostenibile:

11 città e comunità sostenibili13 lotta contro il cambiamento climatico

Al fine di perfezionare l'offerta di mobilità sostenibile, ogni anno UniTrento verificherà la possibilità di mettere a disposizione della community di Ateneo ulteriori opzioni di car pooling, che potranno essere valutate di volta in volta.

Altre iniziative di UniTrento per la mobilità sostenibile

ll car sharing

UniTrento è socio fondatore della cooperativa Car sharing Trento fin dall’anno 2009 avendo riconosciuto, fin dall’origine, l’importanza della “mobilità” come fattore e attivatore di importanti benefici per la collettività. Il car sharing si inserisce in una “visione nuova della mobilità intesa come servizio flessibile e integrato”. UniTrento come soggetto pubblico non poteva trascurare tale ambito.

Cos'è: Nella nostra provincia è presente dal 2009 la società cooperativa “Car sharing Trentino”, la quale gestisce un servizio di car sharing rivolto ad utenti sia privati che aziendali. Il car sharing è una possibilità sempre più diffusa nelle città, che consiste nella presenza di un parco auto messo a disposizione degli utenti che aderiscono al servizio per un uso collettivo e condiviso dei mezzi. In sostanza, l'utente può prenotare un'auto della flotta quando ne ha bisogno con un costo proporzionale al suo utilizzo. Il servizio è rivolto soprattutto a coloro che utilizzano poco l'automobile e decidono quindi di non possederne una, con un risparmio dei costi fissi (come ad esempio bollo, assicurazione, manutenzione).
Il car sharing è insomma una modalità alternativa di muoversi, sfruttando le auto costituenti la flotta della cooperativa Car sharing Trentino, costituita da un numero crescente di veicoli, disponibili a Trento, Rovereto e Riva del Garda.

Come funziona: per tutti i dettagli visita il sito Car Sharing

Obiettivi: per contribuire alla diffusione di forme di mobilità sostenibile, UniTrento Sostenibile sta analizzando come dare la possibilità di utilizzare le auto in car sharing per effettuare le missioni istituzionali giornaliere, in alternativa all'utilizzo del proprio mezzo. L'iniziativa si rivolge soprattutto a ricercatori, docenti e ospiti che non dispongono di un'automobile. Per individuare una soluzione amministrativa idonea, UniTrento Sostenibile sta raccogliendo informazioni da altri Atenei italiani.
Referente dell'iniziativa: Luca Battisti, Responsabile della Divisione Servizi Logistici - luca.battisti [at] unitn.it

UniTrento libera circolazione

Sono oltre 16.000 gli studenti iscritti all'Università di Trento e di questi molti sono quelli che si spostano ogni giorno per frequentare i corsi universitari utilizzando mezzi di trasporto diversi, o semplicemente che amano viaggiare e scoprire le bellezze del Trentino. Numeri che hanno impatto sulla mobilità del territorio e sulla sostenibilità.

Con il servizio UniTrento libera circolazione l'Ateneo si propone di incentivare l'uso dei mezzi pubblici, urbani ed extraurbani da parte degli/le studenti/studentesse iscritti/e ad un corso di studio, un dottorato o ad un master, con ad una tariffa agevolata di soli 50 Euro per un abbonamento annuale al trasporto pubblico su tutto il territorio della Provincia di Trento.

È possibile aderire all'iniziativa dal 21 agosto 2017.

Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina web dedicata

Flotta di Ateneo

Sono in corso approfondimenti funzionali ad adeguare la flotta di Ateneo nell’ottica di migliorare il servizio reso dal parco macchine, innalzarne la qualità, adeguarlo alle esigenze delle varie strutture, garantire migliori standard emissivi, nel rispetto del quadro normativo vigente.