La rapidità del progresso tecnologico impone di superare i confini tra le discipline scientifiche spostando l’attenzione dalla scoperta in sé alla sua applicazione, ovvero verso le competenze multidisciplinari che la sua gestione richiede.

Molti dei temi di natura tecnologica che si possono trovare nel Piano nazionale Industria 4.0 sono recepiti nel Piano Strategico attraverso la messa a sistema di competenze esistenti in Ateneo e la loro calibratura sulle esigenze delle imprese del territorio. Ma, al di là dei progetti di medio-lungo periodo, lo sforzo per la competitività implica anche la capacità di risolvere problemi tecnici concreti d’immediato impatto sull’industria, nonché quella di formare persone capaci di tradurre le loro conoscenze in innovazione.

Vanno in questa direzione:

  • il manufacturing intelligente e additivo (progetto AIMI4.0 - Additive and Intelligent Manufacturing for Industry 4.0);
  • le tecnologie quantistiche (Q@TN - Quantum Science and Technologies in Trento);
  • lo sviluppo dei veicoli digitali (VDSD - Veicoli Digitali su Strade Digitali);
  • la modellizzazione e la simulazione (M&S - Modelling & Simulation);
  • lo storage dell’energia (ERICSOL - area interdipartimentale per la ricerca su immagazzinamento di Energia RInnovabile e Combustibili SOLari);
  • la Scuola dell’Innovazione (SoI – School of Innovation);
  • la formazione in Data Science (DS - corso di laurea magistrale in Data Science);
  • il Master in Comunicazione della Scienza e dell’Innovazione (SCICOMM - Master in COMMunication of SCIence and innovation);
  • la Leadership School (LEADERSHIP).

Queste iniziative si affiancano alla consolidata attività dei Dipartimenti di Ateneo, che collaborano da tempo con le imprese del territorio, tanto nella ricerca quanto nella formazione. Esempi di tale attività sono “Contamination Lab” e i percorsi di laurea coinvolti nell’innovazione tecnologica, come i corsi di LM in Management dell’Innovazione, in Interazione Uomo-Macchina, in Biologia computazionale e quantitativa, in Ingegneria meccatronica, in Informatica e Innovazione, in Ingegneria energetica.

I progetti

AIMI4.0 - Additive and Intelligent Manufacturing for Industry 4.0

Il progetto si propone di fare dell’Università di Trento un centro di competenza nel campo delle tecnologie additive e dell’Industry 4.0 integrando le attività di ricerca attive nei vari Dipartimenti coinvolti e rafforzando le capacità di trasferire tali competenze sul territorio, anche avvalendosi della collaborazione con la ProM Facility del Polo della Meccatronica. Il progetto vuole inoltre contribuire a diffondere e pubblicizzare le competenze ed i risultati raggiunti rafforzando il trasferimento tecnologico con attività mirate di formazione e di supporto all’innovazione nei confronti della realtà industriale.

VDSD - Veicoli digitali su strade digitali

Obiettivo del progetto è creare un laboratorio inter-dipartimentale e inter-istituzionale, in stretta sinergia con le aziende del settore, in ambito automotive. Allo stato attuale il progetto prevede linee di ricerca legate allo sviluppo della connectivity, dei sistemi ADAS evoluti verso la guida autonoma, della cyber security e dell’applicazione di nuovi materiali e tecnologie. Il progetto si propone di operare a tre livelli: didattico, ricerca, e “innovazione e territorio” favorendo la collaborazione con i partner industriali..

M&S - Modelling & Simulation

Il progetto mira allo sviluppo di strumenti di calcolo condivisi e cross-disciplinari sul tema “Modelling & Simulation”, oltre alla formazione di personale di Ateneo (tecnico e ricercatore) per la gestione, configurazione e l’utilizzo di tali strumenti in modo efficiente ed efficace. Verranno quindi coinvolti, attraverso attività didattiche e formative, studenti/dottorandi/ tecnici/ricercatori su tecniche trasversali di modellazione matematica/fisica, metodologie di implementazione e sviluppo di codici per calcolo avanzato, creando una nuova area di ricerca interdisciplinare dedicata alla condivisione e allo sviluppo di metodologie di modellazione a cavallo tra fisica, ingegneria e matematica.

ERiCSol - Area interdipartimentale per la ricerca su immagazzinamento di energia rinnovabile e combustibili solari

Obiettivo del progetto è la costituzione di un coordinamento interdipartimentale tra quattro Dipartimenti ed un centro di ricerca per la ricerca su energia rinnovabile e combustibili solari al fine di costruire a Trento un polo di riferimento per la ricerca, lo sviluppo e la formazione professionale in questo settore. Oltre alle specifiche attività di ricerca, il progetto vuole formare nuove figure di ricercatori nel campo delle energie rinnovabili puntando sulla multidisciplinarità tra fisica, chimica, scienza delle superfici per la catalisi, scienza dei materiali, ingegneria e biologia sintetica.

SoI - School of Innovation

Il progetto vuole creare una School of Innovation interdipartimentale che offra percorsi formativi pluridisciplinari capaci di coniugare competenze manageriali ed economiche con competenze specialistiche e tecniche in diversi ambiti disciplinari. Il progetto intende cooperare con le strutture di promozione dell’imprenditorialità e di diffusione dell’innovazione presenti sul territorio e agire da catalizzatore anche delle iniziative di innovazione sociale. La struttura interdipartimentale, su modello degli Istituti di Tecnologia statunitensi, coinvolge principalmente gli studenti di laurea magistrale, di Dottorato e di Master dei Dipartimenti coinvolti e mira ad arricchire i percorsi formativi degli studenti, oltre che a favorire la nascita di nuovi corsi di studio, utilizzando anche nuove forme di didattica interattiva.

DS - Data Science

L’ obiettivo principale di questa iniziativa è l’istituzione di un corso di Laurea Magistrale in Data Science coinvolgendo cinque Dipartimenti, un centro di ricerca e la Fondazione Bruno Kessler.

Il nuovo corso di studio di laurea magistrale intende formare un data scientist che coniughi una competenza operative delle tecniche informatiche, e in generale quantitative, rilevanti per la scienza dei dati, con una approfondita conoscenza di come si acquisiscano, si trattino e si interpretino i dati nelle scienze sociali. Il corso prevede un unico curriculum, articolato in modo di accogliere sia studenti con una formazione iniziale quantitiva, che studenti provenienti dalle scienze sociali.

SCICOMM - Master in Communication of Science and Innovation

Obiettivo del progetto è predisporre i contenuti e il syllabus per l’avvio di un Master in Communication of Science and Innovation condotto in inglese. Il Master punta a formare figure che possano svolgere un ruolo chiave nella definizione delle strategie di comunicazione, dialogo e public engagement all’interno di istituzioni di alta formazione, ricerca e innovazione (università, istituti di ricerca, centri di innovazione), musei e science centers di nuova generazione.

LEAD - Leadership

Il progetto vuole creare un programma di formazione altamente innovativo rivolto a studenti e manager aziendali sul tema della Leadership. I percorsi formativi integreranno sia le competenze manageriali-organizzative in management e leadership, che le competenze nell’ambito delle neuro-scienze, che quelle nell’ambito del linguaggio. Il progetto di formazione avanzata vuole essere una risposta alla carente offerta formativa attuale in materia che presenta tratti fortemente improntati a metodi tradizionali, generalisti e con scarsa innovazione.