Importo

A partire dal 1° gennaio 2018, l’importo annuo della borsa di dottorato è pari a Euro 15.343,28 al lordo degli oneri a carico dei dottorandi e delle dottorande previsti dalla normativa vigente.

L’Università degli Studi di Trento, nell'ottica di valorizzare anche economicamente coloro che sono impegnati nel percorso dottorale, ha deciso di incrementare le borse di studio portando l’importo a Euro 16.290,00 lordi, a partire dal 1° novembre 2018 (a.a. 2018/2019).

E' importante segnalare che l'incremento della borsa si ripercuoterà proporzionalmente anche sulle voci a essa correlate quali:
- le maggiorazioni di borsa per attività di ricerca all'estero (pari al 50% dell'importo della borsa);
- il budget destinato all'attività di ricerca, previsto dal DM 45/2013;
La decisione avrà inoltre un impatto positivo sull'indennità di disoccupazione a favore di dottorandi/e introdotta dal 01/07/2017.

Assegnazione

Il numero delle borse di studio messe a bando di norma copre il 75% dei posti disponibili. Le borse sono assegnate previa valutazione comparativa del merito e secondo l'ordine definito nella graduatoria; a parità di merito prevale la valutazione della situazione economica determinata ai sensi del DPCM 09/04/2001.
La borsa di dottorato, come previsto dall’art. 9 comma 1 del Decreto Ministeriale 8 febbraio 2013 n. 45, ha durata annuale ed è rinnovata per ciascun anno di corso a condizione che il dottorando/la dottoranda abbia completato il programma delle attività previste per l’anno precedente, verificate dal Collegio dei docenti. Tale borsa non può essere cumulata con gli assegni di ricerca o altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse da Istituzioni nazionali o straniere, utili ad integrare con soggiorni all'estero l'attività di ricerca del dottorando. Chi ha già usufruito, anche parzialmente, di una borsa per la frequenza ad un corso di dottorato istituito in Italia non può usufruirne una seconda volta allo stesso titolo.  

Modalità di erogazione della borsa

Il pagamento della rata ordinaria è effettuato a cadenza bimestrale anticipata ad eccezione del primo bimestre dell'anno solare, erogato entro la fine del mese di gennaio, per consentire le operazioni di apertura del nuovo esercizio contabile.

In caso di rinuncia, sospensione, esclusione o decadenza dal Dottorato, al fine della corresponsione della mensilità della borsa si considera ogni frazione uguale o superiore a 15 giorni di frequenza.

Rinuncia alla borsa

Va comunicata mediante apposito modulo alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione del Polo di riferimento del proprio Corso di Dottorato: indirizzo, contatti e orari di apertura sono indicati nel box “Contatti” in basso.

Maggiorazione di borsa

In caso di soggiorni all'estero per attività inerenti il dottorato, preventivamente autorizzati dal Coordinatore o dal Collegio dei Docenti, l'importo della borsa di studio è aumentato del 50%. Tutti i dettagli in "Link utili".

Borse di studio offerte dall'Opera Universitaria

Per coloro che non usufruiscono di borsa di dottorato, l’Opera Universitaria mette a disposizione delle borse di studio, l’assegnazione delle quali è subordinata al possesso di specifici requisiti (di reddito, ecc.).
Tutte le informazioni relative a tali borse e lo specifico bando per concorrervi sono disponibili sul sito dell'Opera Universitaria.