I vincitori e le vincitrici in possesso di un titolo accademico non conseguito in Italia, dovranno presentare alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione del Polo di riferimento entro la scadenza indicata sul bando di concorso del Dottorato di riferimento, anticipandoli via email:

  • il Diploma di Master (Master of Science/Arts o equivalente) in originale (o copia autenticata) unitamente all’Academic Transcript of Records, con allegate eventuali relative traduzioni e legalizzazioni o timbro "Apostille" (si prega di verificare attentamente gli adempimenti richiesti in base al Paese dove è stato conseguito il titolo);
  • il Diploma Supplement (se previsto dall'Università che ha rilasciato il titolo; solitamente è utilizzato nei Paesi dello Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore)
    oppure
  • la Dichiarazione di valore redatta dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del Paese di appartenenza dell’ordinamento di riferimento dell'istituzione che l’ha rilasciato;
    oppure
  • il Decreto Rettorale di “Equipollenza-riconoscimento accademico del titolo”.
    oppure
  • l’Attestato di comparabilità del titolo rilasciato da centri ENIC-NARIC (in Italia, CIMEA). 

Per il rilascio dei certificati ENIC-NARIC, l'Università di Trento ha attivato una collaborazione con CIMEA .
Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina https://international.unitn.it/incoming/diploma-verification

I titoli di studio e i certificati devono essere legalizzati allo scopo di garantirne l’autenticità presso l’Ambasciata d’Italia. Se il Paese dove è stato conseguito il titolo aderisce alla convenzione dell’Aja (1961), è necessario far apporre sui documenti l’Apostille dall’autorità interna designata. Tale timbro sostituisce la legalizzazione.
Consulta l’elenco delle autorità competenti per ciascuno dei Paesi.

Se il Diploma Supplement o la Dichiarazione di Valore o l’Attestato di comparabilità di cui sopra non sono ancora disponibili alla data indicata sul bando di concorso, dovrà essere presentato un documento comprovante che la richiesta di rilascio sia stata sottoposta all’Università/o alla Rappresentanza diplomatica/o al centro ENIC-NARIC di competenza. 

Coloro che non provvedessero a consegnare la documentazione entro la scadenza indicata sul bando di concorso sono iscritti/e con riserva e saranno esclusi/e dal corso di dottorato, qualora:

  • non provvedano ad esibire tale documentazione entro 12 mesi dall’inizio del Corso;
  • a seguito di verifica, il titolo prodotto non risulti conforme ai requisiti indicati nel bando di concorso.

Prima di arrivare in Italia, i/le vincitori/trici devono verificare se sia necessario il visto di ingresso. In questo caso dovrà, essere presentata domanda di preiscrizione (esclusivamente attraverso il portale UNIVERSITALY) finalizzata all’ottenimento il visto