Tra le dimensioni che una università attenta alle diversità e inclusiva deve necessariamente considerare vi è la disabilità. Appare infatti sempre più necessario promuovere una cultura della diversità, e della disabilità in particolare, intesa come caratteristica propria della condizione umana che permetta una partecipazione condivisa, un confronto e un arricchimento reciproco. 

L’ambito della disabilità è costituito da un insieme eterogeneo, e a volte complesso, di situazioni che richiedono – anche da parte del nostro Ateneo – interventi articolati e di ampio respiro, finalizzati a creare una organizzazione più efficiente e mirante all’eccellenza anche nella valorizzazione di questa diversità.

In questa prospettiva l’Università di Trento si impegna ad abbattere le barriere strutturali e sociali presenti al suo interno al fine di garantire la piena partecipazione a tutte le dimensioni dell’esperienza accademica alle persone con disabilità.

 

COMUNITA' STUDENTESCA

Servizio inclusione: Disabilità - Invalidità

Servizio Inclusione: Disturbi specifici dell'apprendimento

PERSONALE DOCENTE/RICERCATORE, TECNICO AMMINISTRATIVO, ASSEGNISTA DI RICERCA, A CONTRATTO

Per rispondere alle esigenze del personale docente, ricercatore, tecnico amministrativo e dei titolari o delle titolari di assegno di ricerca o contratto di collaborazione con disabilità e bisogni speciali è stato attivato il Servizio Inclusione Personale/UniTrento

Al Servizio possono essere presentate richieste per esigenze specifiche e proposte inerenti l’ambito delle disabilità. 
Il Servizio si occupa inoltre di promuovere e facilitare la partecipazione del personale di Ateneo con disabilità ad eventi e iniziative organizzate dall’Ateneo.

Il Servizio è situato a Trento, in via Santa Margherita, 13 ed è aperto al mattino dal lunedì al venerdì con orario 9.30 - 12.30 e nel pomeriggio del martedì dalle 14.00 alle 16.00.
L’accesso al Servizio avviene tramite appuntamento, telefonando allo 0461 281283 oppure scrivendo a: inclusione.personale [at] unitn.it.

Servizio inclusione

Il nostro Ateneo, nel rispetto dei principi di equità e diversità, si impegna a promuovere un ambiente di studio e lavoro attento alle diversità e a favorire l’inclusione di ogni persona con disabilità o bisogni speciali.

Tali principi espressi anche nel Codice etico, sono declinati nel Piano triennale di Azioni Positive (in sigla PAP)  2017-2019.

Nella definizione degli obiettivi strategici di Ateneo (Piano strategico 2017-2021) si fa riferimento al Piano di Azioni Positive, che, insieme al progetto UN-IS – Università Inclusione e Servizi - rivolto agli studenti con disabilità e bisogni educativi speciali rappresenta uno strumento per realizzare il benessere delle persone, favorire l’inclusione e l’attenzione alle differenze.

L’Ateneo si propone di rendere effettivi questi principi, attraverso azioni mirate, l’individuazione dei cosiddetti accomodamenti ragionevoli, l’introduzione di misure frutto anche di innovazione e ricerca, ma soprattutto la formazione e la sensibilizzazione culturale.

Per raggiungere questi risultati, che possono concorrere a migliorare il benessere della persona, ma anche a favorire contesti lavorativi più adeguati, è attiva un’ampia rete con i soggetti che svolgono compiti istituzionali in materia (Delegato del Rettore e delegati e delegate di Dipartimento per il Supporto alla disabilità, Prorettrice alle Politiche di Equità e Diversità, Comitato Unico di Garanzia), la struttura amministrativa nel suo complesso e alcuni uffici coinvolti in maniera specifica (Equità e Diversità, Inclusione, Risorse Umane e Organizzazione). 

Le prospettive di intervento prevedono anche il contributo di soggetti esterni (ad esempio il mondo dell’associazionismo) e di coloro che, studiando o lavorando nell’Ateneo, desiderano partecipare all’attuazione degli obiettivi di inclusione con suggerimenti e proposte.